Sfizi napoletani

Napoli può essere considerata la regina del cibo di strada.

In quasi ogni angolo della città è facile trovare un posticino simpatico dove assaporare le tante specialità culinarie. E tra queste sono numerosissime le friggitorie, che propongono ai passanti i prodotti più tradizionali della cucina partenopea: le fritture.

Zeppole e Panzarotti sono i protagonisti delle fritture

La Zeppola è un impasto di acqua, farina e lievito, viene anche detta “pastacrisciuta” o “aria fritta”. Deve essere gustata ancora bollente con un’aggiunta di sale al termine della cottura.
Il vero Panzarotto napoletano è fatto con patate, schiacciate con la forchetta, sale, pepe e prezzemolo, senza uova e senza panatura.

Pizza fritta, pizza del popolo

La pizza fritta vede la sua nascita ad un periodo difficile nella storia della città. Al termine della seconda guerra mondiale Napoli era priva di tutto, anche la pizza napoletana era diventata quasi un lusso: il forno a legna, la mozzarella e il pomodoro, erano elementi difficili da trovare e comunque cari. Così le donne napoletane iniziarono a vendere per le strade la "pizza fritta", per arrotondare i già pochi guadagni. Con la cottura, le pizze fritte si gonfiano, e la parte interna vuota, viene farcita con provola, ricotta, pomodoro o altro.

La pizza fritta è stata protagonista dell'episodio “Pizze a credito” – da "L'oro di Napoli", diretto da Vittorio De Sica nel 1954, in cui Giacomo Furia, venditore di pizze fritte, va all'affannosa ricerca di un anello che la moglie infedele, Sophia Loren, finge di aver perso nell'impasto.

Casatiello o Tortano

Il casatiello napoletano è una torta rustica di pasta di pane, arricchito con strutto e pepe e a forma di ciambella. Viene farcito con salumi e formaggi e decorato con “cestini” scavati sulla superficie, conchette dove appoggiare uova sode, poi cotto al forno. il casatiello, fa parte delle tipiche torte pasquali salate, ma è così gustoso da renderlo un piatto tipico per tutto l’anno.

Ordina subito!

Consulta il menu on line o scarica il pdf

Menu Online Menu PDF